JUST CLOSER

Just Closer

Più vicini ai diritti e ai bisogni dei minorenni

JUST CLOSER | Defence For Children Italia | Movimento Globale per i Diritti dell’Infanzia

JUST CLOSER
Sintesi

Quando un minorenne entra in contatto con il sistema giudiziario, entra in un mondo nuovo e intimidatorio, con logiche, ritmi e linguaggi specifici, molto lontani dalla sua realtà. Di conseguenza, la maggior parte dei minorenni si sente alienata e persa, sentendo che il sistema giudiziario non si basa sui loro bisogni e diritti e non mira a una vera e completa riabilitazione, ma a una mera punizione. Questo fatto ha un impatto negativo sul loro benessere, sull’autostima, sul contatto con i professionisti, sulla percezione di equità delle procedure e sulla capacità di partecipare, accettare e comprendere i risultati. Di fatto, la maggior parte dei sistemi nazionali di giustizia minorile, anche se conformi alla legislazione europea e nazionale, sono ancora spesso molto distanti dai bisogni, dalle prospettive e dalle richieste dei minorenni.  I minorenni sentono di non avere spazio e opportunità per comunicare ed esprimere le loro opinioni. Inoltre, i professionisti che lavorano nel sistema di giustizia minorile trovano difficile impegnarsi e comunicare con i minori, a causa della realtà divisa in cui lavorano: il mondo legale e il mondo dei minorenni con il proprio linguaggio, le proprie norme e i propri valori.

Per affrontare questi problemi, è necessario rafforzare un linguaggio e una comunicazione a misura di minore e promuovere il diritto dei minorenni a partecipare al processo penale. Le competenze comunicative dei professionisti a misura di minore sottolineano il rispetto, dimostrano che i minorenni sono presi sul serio e trattati in modo equo e danno loro i mezzi per aumentare il controllo del proprio caso e della propria vita, laddove il diritto alla partecipazione aumenta la titolarità delle proprie azioni e promuove l’autostima necessaria per evolvere e trasformare un episodio negativo in un’esperienza potenziante con il potenziale per plasmare un futuro migliore.

L’attuazione del progetto JUST CLOSER contribuirà a rendere il sistema giudiziario più vicino ai diritti e ai bisogni dei minorenni sospettati e/o accusati di reati, promuovendo l’effettiva partecipazione dei minori ai procedimenti penali che li riguardano, in conformità con la Direttiva (UE) 2016/800, favorendo al contempo la formazione dei professionisti e l’armonizzazione delle pratiche nel campo della giustizia minorile nel territorio dell’UE.

 

Durata del Progetto

Luglio 2022 - Giugno 2024

 

Obiettivo

JUST CLOSER mira a rafforzare il rispetto dei diritti processuali depersone minorenni in conflitto con il sistema giudiziario, valorizzando le loro voci e le loro raccomandazioni e promuovendo la loro partecipazione attiva, creando al contempo un hub minorile di modelli positivi e rafforzando le competenze dei professionisti che lavorano con e per i minorenni.

Gli obiettivi specifici sono:

- Dare ai minorenni la possibilità di esprimere dubbi, reclami, richiedere informazioni, rivendicare liberamente i propri diritti e ricevere un sostegno adeguato da professionisti indipendenti e solidali e da coetanei esperti.

- Creare opportunità per i funzionari e i professionisti dei sistemi di giustizia penale dei Paesi partecipanti di ascoltare le opinioni dei minorenni e di impegnarsi con loro in uno scambio costruttivo di esperienze e raccomandazioni per promuovere la progressiva attuazione delle leggi nazionali e dell’UE in questo campo.

- Rafforzare la cooperazione tra le diverse parti interessate europee che prevedono la partecipazione attiva dei minori come variabile chiave nei rispettivi sistemi nazionali e contribuire all’armonizzazione delle pratiche in relazione alla legislazione pertinente nei diversi Stati membri e in vista del diritto dell’UE.

- Individuare le lacune e i punti di forza del quadro giuridico esistente a livello europeo e nazionale e, allo stesso tempo, contribuire all’armonizzazione delle pratiche.

 

Link alle risorse

 

 
Attività

Defence for Children Italia è il capofila di questa iniziativa, condotta in collaborazione con altre 5 partner che includono YiP che lavora direttamente con minorenni e giovani in contatto con il sistema di giustizia minorile in Italia e nei Paesi Bassi, 3 sono istituzioni accademiche a Genova (Italia), Amsterdam (Paesi Bassi) e Valencia (Spagna) e 1 è un’autorità nazionale, il Ministero della Giustizia della Grecia. Il progetto si avvale anche del supporto formale di un servizio regionale del Ministero della Giustizia italiano, il Centro di Giustizia Minorile - Regione Puglia e Basilicata.

Attraverso una serie di attività integrate e complete, il progetto JUST CLOSER intende contribuire a dare ai minorenni la possibilità di esprimere i propri dubbi e reclami, richiedere informazioni, rivendicare liberamente i propri diritti e ricevere un sostegno adeguato (diritto all’informazione, diritto a essere ascoltati, diritto a presentare reclami), fornendo uno spazio in cui i bambini e i giovani possano impegnarsi per costruire una via d’uscita più sicura e armoniosa dal sistema giudiziario, creare spazi nel sistema giudiziario in grado di accogliere, riflettere e mettere in pratica gli orientamenti dei minorenni e dei giovani e le disposizioni dell’acquis dell’UE sui diritti dei minori nei procedimenti penali, promuovere la cooperazione tra i professionisti che lavorano con i minori indagati o imputati, rafforzare la cooperazione tra i diversi stakeholder europei e, in ultima analisi, contribuire all’armonizzazione delle pratiche in relazione alla legislazione pertinente nei diversi Stati membri.

In particolare, le attività comprenderanno:

La creazione di un gruppo di Youth Leaders (gruppo YT&A) - composto da giovani che hanno avuto esperienze all’interno del sistema penale e che agiscono come ricercatori, formatori e modelli di ruolo per altri giovani - sarà coinvolto nelle seguenti attività:

  1. Accompagnato da membri del personale senior, il gruppo YT&A condurrà una serie di consultazioni tra i giovani e gli adolescenti ancora coinvolti in procedimenti penali, al fine di raccogliere le loro prospettive sull’attuazione delle direttive UE. Ciò avverrà attraverso una serie di metodi di ricerca partecipativa e guidata dai giovani, come interviste, laboratori creativi, focus group, ecc.
  2. Allo stesso tempo, questo gruppo si costituirà come gruppo di supporto tra pari per aiutare altri giovani coinvolti in procedimenti penali a comprendere meglio i loro diritti, il sistema di giustizia minorile, i suoi punti di forza e di debolezza quando si tratta di riconoscere alcune tutele rilevanti.
  3. Nell’ambito di queste attività, le voci, le prospettive e i messaggi dei minorenni saranno raccolti e lanciati sotto forma di una serie di podcast.
  4. Nel WP3, YT&A sarà coinvolto nella formazione dei professionisti che lavorano nel settore della giustizia, stimolando il loro ragionamento sull’attuazione pratica dei diritti dei minori, discutendo gli elementi che caratterizzano un "sistema giudiziario a misura di minore", cercando di identificare insieme le principali lacune e le possibili proposte che potrebbero migliorare il sistema giudiziario minorile. Alcuni professionisti diventeranno "ambasciatori" volontari del progetto, intervenendo come testimonial in brevi video/podcast da diffondere ampiamente.

L’impegno del gruppo YT&A sarà adeguatamente sostenuto finanziariamente per garantire una partecipazione efficace e professionale.

Altre attività comprendono la formazione di professionisti, l’elaborazione di rapporti nazionali ed europei e l’elaborazione di una Guida alle buone pratiche sulla Direttiva 2016/800 (contenente la Lettera dei diritti): La Guida copre le aree di buone pratiche in cui è necessaria un’azione professionale per garantire i diritti umani e il benessere dei minorenni coinvolti nel diritto penale. La Lettera sarà indirizzata ai minorenni coinvolti in procedimenti penali per informarli sui loro diritti, in conformità con l’art. 4 della Direttiva 2016/800. 4 della Direttiva 2016/800.

 
Partner e Collaborazioni 

Defence for Children International Italia

Young in Prison Olanda

Università di Genova - Italia

Università di Valencia - Spagna

Amsterdam University - Olanda

Ministero della Giustizia - Grecia

Contattaci

Defence for Children International - Italia

Sede legale: Via Liberiana 17 - 00185 Roma (RM)
Sede operativa e amministrativa: Via Bellucci 4-6, 16124 Genova

Tel.010 0899050 Fax 010 0899051
Codice Fiscale 97457060586

Defence for Children international Italia
Sede legale: Via Liberiana 17 - 00185 Roma (RM)
Sede operativa e amministrativa: Via Bellucci 4-6, 16124 Genova
010 0899050